Arte in mostra

L’arte in mostra 2015: l’omaggio di Paterno ai suoi talenti

Viale Giustino Fortunato si ravviva tra musica e colore

 12 Luglio 2015

Anche quest’anno l’estate paternese si anima di eventi e serate ricreative, all’insegna del divertimento e dell’intrattenimento del pubblico.

Il mese adatto alla buona riuscita delle iniziative è indubbiamente luglio che, grazie ai festeggiamenti in onore della Madonna del Carmelo, riporta a casa molti dei paternesi che per studio o per lavoro vivono fuori, contribuendo, così, ad ottenere un’audience maggiore.

Ad inaugurare la serie di manifestazioni è stata, domenica 12, la già nota festa del talento e dei talenti locali: alla sua seconda edizione, “Arte in mostra” ha chiamato a raccolta rappresentanti di ogni genere, dalle arti figurative, a quelle plastiche e visive.

Favorita dalla riapertura di Piazza Isabella Morra, la kermesse ha ottenuto l’approvazione della cittadinanza, che ha partecipato entusiasta; complice anche il bel tempo che ha caratterizzato tutto il mese di luglio, nonostante il forte caldo abbia un po’ scoraggiato le adesioni e costretto a posticipare di qualche ora l’inizio dell’ evento.

I protagonisti della serata  si sono dilettati ad animare Viale Giustino Fortunato esponendo le loro preziosissime creazioni, a partire dai meravigliosi fumetti di Vincenzo Lomanto, iscritto alla Scuola Internazionale di Comics di Roma, proseguendo con gli straordinari lavori di Rossella Barbante (studentessa presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera), che quest’anno ha presentato, oltre ai suoi disegni, un percorso fotografico avente come protagonista il tempo; a seguire, i disegni della ritrattista autodidatta Valeria Turco, che a fianco ai suoi cavalli di battaglia, ha mostrato i suoi lavori più recenti, tutti rappresentazioni fedelissime della realtà.

Anche quest’anno, il bravissimo scultore hobbista Giuseppe Maulella ci ha portato le sue stupefacenti creazioni in polistirolo, pietra arenaria, gesso, carta pesta e legno.

Ma la vera “rivelazione” di questa edizione, è stato l’eclettico Rodrigo Figueredo (in arte Chakal), venezuelano di origini lucane, e recentemente trapiantato a Marsico Nuovo. I suoi lavori, tutti acrilici su tela, sono l’espressione della sua particolare visione del mondo, dei problemi, dei difetti, delle contraddizioni della società, evidenziati attraverso immagini molto forti, tratti netti e colori sgargianti; le tematiche toccate, dalla politica alla religione, dalla cultura all’etica, sono per lo più provocatorie, a sfondo satirico, una denuncia sottile ma al contempo palese delle incongruenze di cui il mondo è sempre stato protagonista. Agli occhi della maggior parte delle persone, le sue opere potrebbero sembrare solo dei bei dipinti colorati, un po’ indisponenti ed a tratti offensivi; solo ad un’attenta analisi si può invece cogliere il significato profondo che si cela sotto le sue grottesche caricature.

L’artista si è inoltre esibito creando sul momento una tela raffigurante il viso di una donna, sempre in perfetto “stile Rodrigo”.

A completare la collezione, non potevano mancare la danza e la musica.

Le già note cugine Simona e Valeria Logiurato, hanno messo in scena una performance di street dance fra i vari stand presenti, sulle note de “Il Mostro” degli Ashram, ideando una coreografia intensa e struggente, in linea con i ritmi oscuri e malinconici del brano.

Cornice di questa variegata manifestazione, la musica, tra il tradizionale e il moderno, interpretata dal virtuoso pianista Lemuel D’Anzi, che ha eseguito da solista vari brani di repertorio classico di autori quali Chopin, Mendelssohn, Schumann, Debussy. Accompagnato alla chitarra da Daniela Pierri, alla batteria da Luca Pierri e dalle voci di Alessandra e Donatella Malta, ha inoltre suonato pezzi di musica contemporanea come “Buon Viaggio” di Cesare Cremonini ed evergreen quali “La mia banda suona il Rock” di Ivano Fossati.

A sorpresa, la ballerina Simona ha improvvisato una danza frenetica sulle note de “Il volo del calabrone”, celebre opera del compositore russo Rimskij-Korsakov, e suonata da Lemuel.

Ed infine, la semplice ma efficace cucina della Pro Loco ha potuto accontentare i palati degli spettatori.

Anche se per quest’edizione la partecipazione è stata leggermente inferiore rispetto alla passata, l’evento si è comunque consacrato come una serata di intrattenimento efficace e piacevole, e soprattutto ha consentito ancora una volta di far conoscere ai cittadini i talenti che portano in alto il nome di Paterno. E noi auguriamo ad ognuno di essi tutto il successo e la celebrità che si meritano.

 

“Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe.”

Albert Camus

Francesca Milano

Clicca qui per vedere tutte le foto : album L’ARTE IN MOSTRA

Un pensiero su “Arte in mostra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: